Gorizia: Campionati Master e Trofeo Provincia

/ Giugno 17, 2013/ Notizie, Storie di corsa

Gorizia ci ha portato davvero bene, a me e Eliana nella prima parte di quest’anno.
Sono reduce dai campionati regionali allo stadio Fabretto di Gorizia, una bella struttura sportiva che, in un quartiere tranquillo ( quasi non si sentono i rumori della città) presenta attorno alla pista di atletica (tartan perfetto) un bel circuito dove fare allenamento su sterrato ed erba tra grandi alberi frondosi e ombrosi. Sabato 15 e domenica 16 giugno 2013 quest’ombra era davvero benefica, una manna perchè dopo tantissimo penare ( freddo, pioggia, vento, un inverno lunghissimo che non passava mai) è scoppiata l’estate, sole come un dardo rovente, caldo caldo caldo, teste sotto i rubinetti e pochi minuti dopo i capelli già asciutti ( problema che non si è posto per Nicola Rucli e Gianni Petrussa, e chi si domanda perchè basta che pensi alla loro lucente silhouette cervicale… so che posso scherzare, ragazzi…).
Eravamo in pochi del Natisone, chissà perchè. Perchè? Invece la manifestazione è valida, ci si può confrontare in varie specialità ( per noi podisti dai cento ai cinquemila metri) e le classifiche sono rigorosamente Fidal, divise per categoria ogni cinque anni, come dovrebbe essere sempre. ( invece coppa Friuli, per esempio, ma anche coppa Gorizia, ha quelle categorie lunghissime di dieci anni e oltre, tagliando fuori da ogni possibilità di premiazione molti-molte dei meno giovani, per risparmiare su un pacco di pasta e un succo di frutta…mah!). Io e Eliana abbiamo ammirato e applaudito le performance di Alberto Novelli ( oro M50 sui 1500), le falcate potenti dei velocisti Nicola Rucli e dei fratelli Petrussa ( varie medaglie), anche Guido Costaperaria e Tiziano (il keniano) Rorato che hanno sfiorato il podio. Noi? Bene, anzi benissimo. Sui 1500, degli M60 eravamo in quattro, temibile in particolare Garbin che mi aveva battuto all’inizio dell’anno nelle campestri di coppa Gorizia. Lui non era al massimo della forma, ho vinto io, campione regionale. Anche Eliana, avversaria Flora Civiletti che in gare precedenti era sempre rimasta dietro, ha vinto facile.
Qui è inutile dilungarsi sulla stessa discussione: quando si è in pochi o da soli come concorrenti nella categoria, se si vince si può gioire o bisogna vergognarsene? A parole sono tutti della prima opinione, gli assenti hanno sempre torto eccetera. Però si sa che dietro affiorano sorrisetti di compatimento; chiaro che ha vinto era solo-sola…..
Nella seconda giornata erano di scena i 5000 per gli uomini, i 3000 per le donne. Qui l’avversario più temibile per me era Sereno Molinaro, campione mondiale di categoria dei vigili del fuoco, un simpatico ragazzo dai capelli bianchi come me. Ho vinto in 19’29”, medaglia d’oro, campione regionale. Stessa posizione per Eliana, medaglia d’oro F60 con una media bel al di sotto dei 5 minuti al chilometro. Manifestazione sobria, ben organizzata.
L’altra manifestazione goriziana di cui non posso parlare che bene è il Trofeo Provincia di Gorizia, che si è concluso il 2 giugno a Monfalcone dopo otto gare. E’ bello, questo trofeo. Alterna gare cam pestri ( le prime tre, a Dobbia di Staranzano, Mariano e Aquileia) alla maratonina transfrontaliera, da gare su asfalto e sterrato (Lisert, Marina Julia) ai 5000 in pista, alla cronoscalata alla rocca. Io ho vinto nella categoria M60, avendo come avversario principale il temibile colonnello Claudio Quintana ( nelle prime gare aveva dominato Rodolfo Spagnul, un vero campione, ma poi ha mollato per problemi fisici). Eliana è giunta terza nella categoria riunita F55-60, prima F60.
L’organizzazione del trofeo è affidata ai Borghes, una famiglia di atleti e ex-atleti che pur nella crisi economica tremenda che stiamo vivendo riesce a elaborare dei pacchi-prenio ancora dignitosi e talvolta con sorprese che denotano fantasia e arguzia ( che differenza con coppa Friuli: il nulla, tanto varrebbe una pacca sulla spalla e un “ vai fuori dalle scatole”…). Un trofeo, quello di Gorizia, che secondo me i natisoniani dovrebbero frequentare di più, è un’ottima alternativa alle solite gare e sono solo pochi chilometri in più.
Ciao, buona estate 2013 Brunello


Nota redazionale
Risulati ottenuti dagli atleti GS Natisone al Criterium e Campionato Regionale Individuale e di Società Master su pista (AmMas) – Gorizia 15/16 giugno 2013

ELIANA TOMASETIG:
1500 m in 7:06:80 1° classificata categoria MF60
3000 m in 14:43:38 1° classificata categoria MF60

BRUNELLO PAGAVINO:
1500 m in 5:30:64 1° classificato categoria MM60
5000 m in 19:29:00 1° classificato categoria MM60

RORATO TIZIANO:
400 m in 1:07:03 2° classificato categoria MM45
1500 m in 5:07:81 8° classificato categoria MM45

GUIDO COSTAPERARIA:
1500 m in 4:40:93 4° classificato categoria MM45

ALBERTO NOVELLI:
1500 m in 4:50:59 1° classificato categoria MM50

I nostri campioni velocisti!
200 m:
NICOLA RUCLI in 25:66 1° SM
PAOLO PETRUSSA in 26.17 2° SM

400 m:
NICOLA RUCLI in 57:01 1° SM
GIANNI PETRUSSA in 58:30 2° SM
PAOLO PETRUSSA in 58.48 3° SM

800 m:
GIANNI PETRUSSA in 2:18.54 1° SM

Share this Post