Perché “Il Passatore”

/ Maggio 20, 2014/ Storie di corsa

Adesso che la data del 24 maggio si avvicina mi pongo sempre più spesso questa domanda: “ma perchè ho deciso di tentare di correre “il Passatore”? E poi comincio a darmi le risposte adducendo tutta una serie di motivi come:
perchè sì!
Perchè ho bisogno di correre e di non pensare ad altro
perchè è una sfida con me stessa
perchè ho bisogno di tanto tempo per pensare a tutto
perchè tra i podisti che conosco qualcuno l’ha fatta e ne parla con orgoglio ed entusiasmo
perchè Stefano Pelloni soprannominato il Passatore era un personaggio che mi è simpatico… anche G.Pascoli era d’accordo “il Passator cortese…”
Perchè come dice Brunello partire da Firenze e arrivare a Faenza correndo tutta la notte fa risparmiare il costo della camera d’albergo…
perchè non capita spesso di fare 100 km correndo con il “caval di S. Francesco”
perchè non ho tutte le rotelle… e sono fuori come una terrazza…
perchè Brunello l’ha fatta già tre volte e Filippo l’ha fatta quando aveva da poco iniziato a correre e in famiglia vorrei che non ci fosse due senza tre!
Perchè mi piacciono le esperienze forti
perchè voglio conoscermi meglio
perchè ho già comperato la lampada frontale
perchè voglio provare a mangiare pane secco e noci correndo durante la notte
perchè ho la quasi certezza che se voglio fare una cosa ci riesco sempre
Ecco solo alcuni motivi che mi hanno fatto decidere per l’iscrizione.
Ma:
e se non ce la faccio? In dieci anni di gare non mi sono mai ritirata e mi scoccerebbe ci fosse una prima volta proprio in questa occasione
e se mi capita un acciacco (un nervetto fuori posto, un dolorino qui, uno là…) finchè si tratta di una maratona posso accettarlo, ma in una corsa che comprende quasi due maratone e mezza… non so che cosa potrebbe succedermi!
e se c’è il lupo?
E se ho freddo? fame? sete? Sonno?
E se su 2000 iscritti non riesco a far parte dei 1000 che arrivano al traguardo?
Ecco, mi sono iscritta e non sono del tutto sicura di questa scelta. Però ormai ho già pagato per questa sofferenza… e i soldi non si devono buttare….
Insomma per tutte le ragioni che ho elencato la corsa la tenterò e poi vi racconterò.

Share this Post